Classi prime - Criteri di precedenza di ammissione degli iscritti da utilizzare in caso di iscrizioni in eccedenza - A.S. 2018/19


VISTA   la Delibera del C.d.I. n. 131 del 31/10/2017 che conferma i criteri di precedenza per le iscrizioni alle classe già in vigore;

VISTE  le norme vigenti relative alla formazione delle classi e degli organici, ed in particolare il DPR del 20/03/2009 n° 81 e s.m.i., e gli artt. 3, 6, 8 del DI del 27/02/2015;

VISTA l’organizzazione e la capacità ricettiva dell'Istituto;

si adottano i seguenti criteri e punteggi per la formazione della graduatoria, in caso di esubero di iscrizioni nelle classi prime:

 

Criterio

Punteggio

  1. Studenti residenti nei Comuni della Saccisica o a Campolongo, Cona, Candiana

3

  1. Studenti residenti nei Comuni di Campagna Lupia, Camponogara, Fossò, Chioggia, Bovolenta, Ponte s. Nicolò, Saonara

 2,5

  1. Studenti in obbligo scolastico (età fino ai 16 anni)

1

  1. Studenti in obbligo formativo (età fino ai 18 anni, ma superiore ai 16)

0,5

  1. Presenza di fratelli nell'IIS Einstein

0,2

 

Per stilare la graduatoria, i punti relativi alle varie voci vanno sommati.

Se il numero di richieste per un dato indirizzo o opzione non è sufficiente per formare la classe secondo quanto previsto dall'art. 16 del DPR 81/2009 e s.m.i., alle famiglie verrà proposta l'iscrizione ad altri indirizzi o opzioni presenti nell'Offerta Formativa dell'Istituto, ferma restando la possibilità per i genitori di cambiare scuola.

La graduatoria verrà predisposta separatamente per ciascun tipo di ordine o indirizzo (o opzione nel caso del liceo scientifico – scienze applicate), e stilata solo in caso di necessità, cioè se il numero di richieste eccede i limiti previsti dall'art. 16 del DPR 81/2009 e s.m.i., ovvero la capacità ricettiva dell'Istituto.

Si procederà al sorteggio nel caso di aspiranti con pari punteggio.

I criteri sopra indicati si considerano validi per tutti gli anni scolastici. Verranno sottoposti al Consiglio di Istituto solo in caso di richiesta di revisione proposta dal presidente o dal dirigente o da 1/3 dei componenti del Consiglio.

 

Criteri di precedenza