Trionfo dell'Einstein ai Colloqui Fiorentini!

Dal 2009 L’IIS Einstein di Piove di Sacco rinnova la propria partecipazione a I Colloqui Fiorentini, un convegno nazionale riconosciuto come attività di eccellenza dal MIUR, organizzato da DIESSE Firenze, che si propone di approfondire, anno dopo anno, i maggiori autori della letteratura italiana.

Il Convegno vuole offrirsi alla scuola come strumento ed occasione di incremento e innovazione dell’attività didattica svolta dagli insegnanti, puntando alla personalizzazione dei contenuti e lasciando ampio spazio alla creatività degli studenti.

 

Quest’anno il settimo centenario della morte di Dante ha fornito l’occasione per ripercorrere le opere e il pensiero del maggior poeta italiano di sempre, e un gruppo di studenti del Liceo ha deciso di partecipare, dal 18 al 20 marzo 2021, alla XX edizione del Convegno dedicato a Dante Alighieri dal titolo “Ma per trattar del ben ch’i’ vi trovai…”,  edizione interamente in streaming invece che in “presenza”, a conferma dell’ attrattiva che I Colloqui Fiorentini hanno sulla scuola italiana, capace di superare ogni impedimento pur di parteciparvi.

 

Da ottobre i ragazzi si sono impegnati nella lettura e nell’analisi di testi danteschi, dalla Vita nova alla Commedia, seguendo lezioni di esperti e lavorando con i propri insegnanti, al fine di produrre una riflessione autonoma e originale.

A marzo poi, insieme a 1000 studenti e 180 docenti di 90 scuole italiane hanno passato tre giorni in streaming per Dante Alighieri, dopo tante lezioni in Didattica a Distanza. Hanno ascoltato prestigiosi docenti universitari e poeti, intervenendo direttamente, sempre in streaming, nei seminari pomeridiani, presentando e discutendo le loro tesine.

 I lavori degli studenti e dei docenti sono stati illuminati da relatori di grande prestigio: Piero Boitani Università “La Sapienza” di Roma, Alessandro D’Avenia scrittore; Davide Rondoni poeta, Sergio Cristaldi Università di Catania.

Il liceo Einstein con gli alunni del Liceo classico Francesco Bronzi, Elena Contran, Giulia Mastrobuoni  e Beatrice Scalfo di 2 AC e del Liceo Scientifico Allegra Irene Grassi di 2 BS, seguiti dalla professoressa Cristina Vallebona, ha riportato il Primo Premio nella sezione Tesina Biennio con una produzione dal titolo E IO IN LEI LE LUCI FISSI, con la seguente motivazione:

Non si può smettere di desiderare, per paura di soffrire. La tesina parte da questo presupposto e si sviluppa indagando nell'opera dantesca quale tipo di desiderio porti alla vera felicità e quale porti invece alla morte e alla frustrazione del desiderio stesso; quali personaggi incarnirno una strada e quali l'altra. Significativi e ben espressi in particolare i confronti fra Cavalcante e Virgilio e tra Francesca e Beatrice.

 

A conclusione del percorso una studentessa ha scritto:

"Sarebbe meraviglioso se anche la Scuola seguisse i medesimi principi dei Colloqui Fiorentini per trasmettere il sapere a noi giovani, il futuro che può cambiare questa società: l'assenza di una valutazione diretta, l'apprendimento attraverso esperienze, ricerche e conferenze di grandi studiosi. Io la immagino così la scuola ideale, che guarda al futuro.

 

Considero importantissimo lo spirito di gruppo che si è creato durante questi mesi. Infatti durante questo periodo di pandemia, per me è stato sempre più complesso mantenere i contatti con i coetanei ed aver avuto l'opportunità di incontrarmi e lavorare ad un progetto con altri ragazzi che possiedono la mia medesima passione, è stata un'esperienza indimenticabile".

 

Cristina Vallebona

Allegati
Einstein Vincitore Colloqui Fiorentini 2021.pptx
Colloqui Fiorentini 2021.docx